Andrea.vitulano[at]gmail.com

T. - +39 393 2624411

Rome

CARBOIDRATI CON INDICE GLICEMICO BASSO

February 28, 2018

 

In questo articolo cercheremo di rispondere al meglio ad una delle domande piu’ frequenti sull’alimentazione: I carboidrati, fanno davvero male alla salute? Inoltre, davvero sono responsabili del nostro aumento di peso?

 

E’ sempre piu’ frequente, attraverso riviste,diete etc… la demonizzazione dei carboidrati agli occhi del pubblico; ormai lo è da tempo; questo spiega infatti l’aumento dell’offerta di prodotti light o leggeri, ma soprattutto il diffondersi di regimi alimentari a basso consumo o a totale assenza di carboidrati. 

 

Bisogna precisare che i carboidrati sono il carburante primario ed essenziale del nostro organismo; senza di essi avremmo seria difficoltà a funzionare.

 

Nella loro forma più semplice, i carboidrati si scompongono in molecole di glucosio, che le nostre cellule usano come fonte di energia; c’è da chiarire pero’ che non tutti i carboidrati sono uguali infatti c’è una grande differenza tra carboidrati raffinati, come dolci, pane e pasta non integrale – e i carboidrati non processati, come i cibi integrali, frutta e verdura.

 

Tutto ciò che è integrale contiene una grande varieta’ di vitamine e minerali , oltre alle fibre, che aiutano a mantenere il colesterolo a livelli accettabili, a favorire una buona digestione e rendere stabile il livello di zuccheri. 

 

Le fibre prevengono inoltre la costipazione e creano un senso di sazietà che impedisce di mangiar troppo! Tra i prodotti integrali ricordiamo l’avena, il riso selvatico, il grano saraceno, il mais, la quinoa, l’orzo; 

 

I cibi integrali hanno anche poche calorie, ed è anche stato dimostrato che questi riducono il rischio di contrarre malattie come cancro, diabete e malattie cardiovascolari.

 

I prodotti raffinati al contrario vengono privati dei loro nutrienti e delle loro fibre di conseguenza non sono utili all’organismo ma al contrario apportano troppi zuccheri nel sangue, provocando picchi che fanno aumentare l’appetito rischiando cosi’ di sviluppare malattie gravi come il diabete di tipo 2.

 

I carboidrati raffinati e gli zuccheri aggiunti da evitare sono dunque i seguenti: farina bianca, riso bianco, pane bianco, bibite gasate, succhi di frutta, caramelle, dolci confezionati.

 

Le verdure amidacee come le patate dolci o le carote sono ricche di vitamine e minerali,. La frutta contiene molte fibre, elementi fitochimici e antiossidanti; non dimentichiamo pero’ che la frutta contiene già zuccheri naturali, quindi dovrebbe essere consumata con moderazione. 

 

 

 

QUALI SONO I MIGLIORI CARBOIDRATI DA ASSUMERE QUOTIDIANAMENTE?

 

I carboidrati sono fondamentali nella nostra dieta pero’ è necessario però non abusarne e avere un regime alimentare sempre molto vario.

 

Tra quelli pero’ che possiamo consumare giornalmente senza alcun rischio per la nostra salute ricordiamo:

 

 - La frutta e la verdura, che fanno parte dei carboidrati semplici

 

- Tutti i carboidrati complessi al naturale contenuti in patate, pane e farine integrali.

 

 

 

Come possiamo dedurre sono i carboidrati artificiali e raffinati che fanno male alla salute e che fanno "ingrassare" più frequentemente; gli altri consumati nelle giuste proporzioni, non sono altro che ottimali per il nostro benessere.

 

Quindi, riassumendo, via libera a riso integrale, miglio (che è l'unico cereale alcalinizzante e il più leggero da digerire, e contiene anche una buona quantita’ di proteine), avena ( che è il cereale più proteico che c'è e si può mangiare anche crudo), farro, orzo, segale, quinoa, grano saraceno 

 

I migliori in assoluto ( da un punto di vista della stimolazione glicemica ) rimangono pero’ il riso integrale biologico, miglio, quinoa e grano saraceno perché contengono poco glutine.

 

Andrea Vitulano

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

LA PRIMA LEZIONE CON IL PERSONAL TRAINER

April 24, 2019

1/10
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio