Andrea.vitulano[at]gmail.com

T. - +39 393 2624411

Rome

IL SOVRALLENAMENTO SINTOMI E RIMEDI

June 12, 2018

Il sovrallenamento  è una condizione fisica che si verifica quando il volume, l’intensità e la frequenza dell’esercizio fisico di un individuo supera la soglia di recupero. 

 

Quando l’organismo e il sistema contrattile non hanno più la possibilità di recuperare, con conseguenti cali di prestazione e mancanza di risultati, subentra la situazione di sovrallenamento da stress muscolare.

 

Cause del sovrallenamento

La sindrome  è il risultato di una mole di lavoro con l’esercizio fisico, maggiore rispetto alla capacità di tutto il corpo di recuperare dall’allenamento e tutto questo porta cosi’ ad un collasso del sistema.

Tra i vari sintomi di allarme troviamo stanchezza generale con conseguente diminuzione della forza muscolare, di abilità di performance, rapido affaticamento durante le sedute di allenamneto con tempi di ripristino tra una serie e l’altra molto prolungati, presenza di fatica cronica, cambiamenti riguardo la frequenza e la pressione del cuore ,disturbi alimentari e digestivi, , perdita di peso, cefalee e sudori notturni, alterazione del ritmo sonno-veglia.

 

Inoltre può insorgere un aumento di riscontro delle infezioni, cosi come tendiniti, fratture, anemia, dolore muscolare,disturbi dell’umore, scoordinazione. 

 

Il fattore più importante che causa questa sindrome, è l’incapacità di ripristinare i propri valori, per stimoli interni ed esterni, che sommandosi allungano i tempi di recupero. Il tempo necessario per uscire da questa condizione negativa può variare da alcuni mesi ad anni, nei quali occorre prevedere una riduzione drastica della mole di lavoro, eliminando al contempo i fattori  negativi, come lo stress lavorativo, un insufficiente approccio alimentare e così via.

 

Dopo aver spiegato le cause che scatenano il sovrallenamento, vediamo quali sono i possibili rimedi per non incappare in questo stato fisico.

 

Riposo: 

Prendersi periodi di riposo lunghi tra un allenamento e l’altro; dormire almeno 7-8 ore per notte; 

Migliorare la qualità del sonno.

Non svolgere allenamenti troppo lunghi: i livelli di cortisolo iniziano ad aumentare e dopo 40-50 minuti dall’inizio dell’esercizio e contemporaneamente diminuiscono quelli di testosterone.

Assumere integratori alimentari: gli integratori possono essere utili in caso di una dieta scarsa di nutrienti. 

Consigliamo gli integratori multivitaminici, aminoacidi ramificati BCAA , glutammina, maltodestrine e sali minerali durante l’allenamento.

Seguire una dieta equilibrata: assumere i vari nutrienti nelle giuste proporzioni soprattutto in base allo sport che si pratica, consumare pochi grassi riducendo quelli saturi.

Riposo periodico dell’allenamento: al termine di ogni mesociclo di allenamneto concedetevi una settimana di scarico; sospendete quindi l’’attività principale, per qualche settimana e concedetevi dei periodi di riposo fisici e mentali soprattutto se si conduce uno stile di vita particolarmente stressante.

 

Detto cio’ possiamo concludere evidenziando quanto possa diventare gravemente nociva la sindrome da sovrallenamento, tanto da rallentareo o impedire i progressi dell’allenamento stesso.

 

Andreas Vitulano

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

LA PRIMA LEZIONE CON IL PERSONAL TRAINER

April 24, 2019

1/10
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio